Descrizione Progetto

ARTE ARREDO ANDRIOLLO

Badia Polesine RO

Ritratto di nobildonna, Napoli, metà 1800

Dimensioni cm 102 x 81

 Nella tradizione della ritrattistica, i gioielli non si limitano solamente ad impreziosire volti e busti degli esponenti dell’alta società. Sono, come ogni dettaglio rappresentato, carichi di significati e indicatori di uno status ben preciso.

Piccole e preziose quando indossate da una nobildonna, o vistosamente vitree quando portate dalle cortigiane, le perle fanno riferimento a una femminilità eterea, quasi lunare e innaturale.

Erano infatti considerate simbolo di una bellezza perfetta e pura, spesso associate alla figura di Venere che, non a caso, nasce da una conchiglia.

Gli antichi inoltre attribuivano loro moltissime virtù: calmavano l’ira, lenivano i dolori di stomaco, rinsaldavano le amicizie, accendevano la passione perché afrodisiache, rinforzavano le ossa e sbiancavano la pelle; per questo Cleopatra era solita berne un po’ sciolte nell’aceto di vino, costosa usanza seguita da molte nobili dame sino al Settecento.