Descrizione Progetto

ANTICHITÀ MESSERI

Firenze

 Adorazione dei pastori con vescovo committente

Dimensioni: cm 200 x 140

Scrive Piero Torriti:

“L’artista che realizzò questa tela, vide e si ispirò ad alcuni dei più noti artisti napoletani, sia compositivamente che stilisticamente (così mi sembra). Non mancano infatti ricordi tali in questa Adorazione: penso ad esempio ad un Presepe di Bartolomeo Passante, già attivo a Napoli fra il 1630 e il 1650; a Giacomo Del Po con la tela raffigurante “Angelica e Memoro” in collezione Lessona di Napoli, per poi giungere ad uno dei più noti, cioè a Francesco Solimena (1657/1747) con una sua schiera di opere e particolarmente con una “Madonna con il Bambino e Santi” (Napoli, Chiesa di San Nicola della Carità) ad un “Presepe” (Napoli, Chiesa di Santa Maria di Donna Albina) ecc.

Infine, uno spunto ancor partenopeo ce lo potrebbe suggerire, oltre che alla solita pecorella, un dono più che raro, che i pastori recano al Bambin Gesù. Un “cardo” (o qualcosa di simile) che ritroviamo piuttosto simile in alcune Nature Morte di Giovan Battista Ruoppolo.”